lunedì 27 settembre 2010

Piccole separazioni

Oggi la Pulce è andata all'asilo per la prima volta.
Sveglia presto, colazione, vestizione, controllo della lista consegnata dall'asilo con le cose da portare (lo ammetto è la 23° volta che la controllo).
Obbligo la Pulce a posare davanti la macchina fotografica: risultato 5/6 foto orribili che non stamperò mai!!
Partiamo, forse. Sta piovendo, riporto la bimba in casa, carico la macchina, riprendo la Pulce e partiamo.
Lascio l'auto parcheggiata in divieto di sosta:
- Siamo in ritardo, siamo in ritardo - continuo a ripetere.
Suono il campanello, ci accoglie la maestra:
- Buongiorgio, siete in "anticipo", accomodatevi...
"Anticipo!!!!!"
Arriva la seconda maestra a cui consegno il borsone con tutte le cose che ho portato: risma di carta, pennarelli, saccheto (rosa a quadretti) con il cambio di vestiti, scarpe di ricambio, sacchettino (rosa a quadretti) con bavaglino, grembiulino (naturalmente rosa a quadretti), un pacco di fazzolettini, un rotolone di scottex, grembiulino per dipingere, pannolini, salviette, zainetto...
- Vedo che ha portato tutto quello che che c'era nella lista e forse anche qualcosa di più...
Ok, ho esagerato, non siamo in ritardo ma, in anticipo come sempre, ho fatto i compiti assegnati e anzi per fare la prima della classe ho fatto qualcosina più del dovuto ma, è il primo giorno di asilo della mia Pulce, la nostra prima vera separazione.
Viola è stata bravissima, ha lavorato con la pasta di sale, ha giocato con le costruzioni e ha scarabocchiato qualcosa su un foglio.
Poi la tragedia. E' arrivata l'ora di andare via e ha cominciato a piangere perchè la portavo via.
La sua prima separazione dai bambini...


Consiglio di lettura Vado all'asilo. Una mattina davvero speciale di Simona Beretta

martedì 21 settembre 2010

Giardinaggio autunnale

Ieri è stata una giornata meravigliosa. La Pulce è venuta con me in un garden.
I miei gerani hanno fioriture sempre più scarse e non sopporto vedere il mio giardino senza un fiorellino (anche se la mia rosa Betty Boop continua a darmi rose favolose).
Il garden è bellissimo. Ho intenzione di comprare un ciclamino, ce ne sono di ogni dimensione e colore, ma alla fine grazie all'aiuto di Viola  ne scegliamo uno rosa scuro con delle venature bianche. Compriamo una piccola pianta rampicante che metterò sulla finestra di cucina.
Entriamo in una piccola serra e troviamo le piante a fioritura autunnale: erica, veronica, hebe, cineraria e naturalmente ciclamini.
Torniamo a casa con un bel bottino: un ciclamino, un rampicante, 3 piantine di erica, 2 piantine verdi a cespuglio che presto produrrano delle bacche rosse.
Avrei subito messo a dimora tutto ma, alle 8 di sera non c'è più molta luce. Resisto ma sono troppo elettrizzata. Naturalmente coinvolgo tutta la famiglia. Cerchiamo un vasetto per l'edera, sistemiamo il ciclamino all'ingresso, imperioso e romantico al tempo stesso. L'eccitazione è molta:
- Perchè non spostiamo i quadri dello studio in salotto e appendiamo il nuovo quadro per la camera della Pulce?
Ale mi guarda e capisco, non lo dice ma capisco è lo sguardo che ha deciso di usare al posto di "6 tutta matta!!"
La pazienza ha un limite e forse anche stasera ho superato questo limite.

Consiglio di lettura Smalto, rossetto e pollice verde di Laetita Maklouf

lunedì 20 settembre 2010

Le scoperte dei bambini

Io la Pulce giochiamo tutta la mattina. Ce ne andiamo nel mio studio e lei guardandomi mi dice:
- Mamma sei matta?
"Mamma 6 matta??????????"
Rimango pietrificata. Cosa ho fatto? Devo aver detto o fatto qualcosa che ha fatto pensare a mia figlia che la sua mamma è matta. Ripeto MATTA.
Inizio a indagare:
- Perché mi hai detto che sono matta?
- Boh!! - risponde lei
- Qualcuno ti ha detto che la mamma è matta?
- Sì
Ecco lo sapevo qualcuno ha detto a mia figlia che sono pazza. Ma perché? C'è forse un complotto alle mie spalle? Chi è stato?
Finisco l'interrogatorio. Per due giorni penso a questa frase e mi chiedo se una bambina di 2 anni abbia cognizione di cosa vuol dire la parola matta. Naturalmente no, ma questa cosa mi fa stare male.
Domenica pomeriggio. La famigliola è in giardino. Ale e io chiacchieriamo. A una mia richiesta (non ricordo neanche quale) Ale risponde:
- Ma te sei tutta matta!!
Lo guardo e lo fulmino con gli occhi. E' lui che a ogni mia richiesta (per altro normalissime richieste del tipo: andiamo in camper in Turchia?, Compriamo un ciuchino per Viola? Potresti spostare il tuo studio da un'altra parte? Prendiamo un cucciolo di Labrador?) risponde sempre: ma 6 matta?
Risolto il mistero, sono felicissima,  mia figlia non pensa che sia una pazza squinternata, è solo mio marito che lo pensa.


Consiglio di lettura Il tempo dei bambini

sabato 18 settembre 2010

Prime ansie

Oggi ansia con la A maiuscola.
Litigo con Ale, discuto con la Pulce, corro senza fermarmi mai.
Ale continua a chiedere:
-Cosa c'è che non va?
-Niente
E' vero non c'è niente, eppure ho un groppo alla gola che non riesco a mandare giù. E più ci penso e più aumenta.
Lascio i miei tesori e me ne vado a lavoro. Suona il telefono insistentemente, è Ale:
- Ho capito perché sei nervosa. Non sarai mica preoccupata perché Viola stasera ha il saggio di danza?!!?
Il saggio ecco cos'è. Sto male per un saggio di danza di una bimba di due anni.
Messaggio per Viola:
amore divertiti, non pensare ai passi, non pensare ai capelli che devono stare legati e tu li vuoi sciolti per poterli scuotere come e meglio di Raffaella Carrà, sarai fantastica e comunque chi se ne frega sei sempre una bimba di due anni e tutte le bimbe di due anni sono fantastiche.

Consiglio di lettura Come crescere i genitori (e vivere felici) di Emma Kennedy

venerdì 17 settembre 2010

Mamma dorme

Stranamente Ale stamattina si sveglia prima di me. Io continuo a sonnecchiare. Sento che prepara il caffè (che felicità penso io) e mi stringo ancora di più alla Pulce che naturlamente a metà nottata mi ha svegliata per venire nel lettone. Lo sento fare la doccia e poi aprire l'armadio. Io immobile, la Pulce si sveglia. Continuo a far finata di dormire. Ale alla piccola:
-Fai piano la mamma dorme!!
Cominciano a parlare. Dico io, se pensa che stia dormendo perchè continua a stare in camera da letto a chiaccherare? Continuo a far finta di dormire. Si veste, cade la cintura, continua a chiaccherare e ogni tanto ripete:
-Fai piano la mamma dorme!!
-Mamma dorme?? Perchè dorme?
Ecco ci siamo ora comincia con i perchè...
Scendono e io mi riprendo tutto lo spazio che mi merito nel MIO letto..
-Perchè mamma dorme? Vai a lavolo?
Penso di abitare in una grotta, sento un'eco spaventosa provenire dalla sala da pranzo.
Basta mi alzo!!
Perchè quando lui dorme la mattina io mi alzo strisciando giù dal letto, cammino in punta di piedi e mi vesto nel buio per non svegliarlo?
-Ecco mamma!  Vedi babbo mamma non dorme

Consiglio di lettura Doppio misto. Autobiografia di una coppia non autorizzata di C. Bisio e S. Bonzi

giovedì 16 settembre 2010

Vita segreta delle mamme

Tutte le mamme hanno una vita segreta. La mia inizia con questo blog.
Perchè Mamme con i tacchi? Per condividere con altre mamme le gioie e i dolori della maternità e per parlare delle nostre passioni che abbiamo momentaneamente accantonato.
Come avrete intuito la mia grande passione sone le scarpe, naturalmente con i tacchi e solo da qualche mese riesco finalmente a rimetterle (la mia Pulce ha 2 anni e 5 masi!!).

Consiglio di lettura Vita segreta delle mamme di B. Masini e A. Marais