giovedì 27 gennaio 2011

Forse partiamo

Il mese scorso propongo all'Uomo Perfetto di andarcene qualche giorno a Parigi. Detto fatto. Nel giro di poche ore compriamo biglietti aerei, prenotiamo un appartamento e i biglietti per l'ingresso a EuroDisney.
Mancano pochi giorni alla partenza, tutto è confermato, manca solo un documento per l'espatrio della Pulce.
Nessun problema. Ci penso io. Passo oggi dall'anagrafe e sistemo tutto
Ho detto io molto ma, molto ingenuamente...
Andiamo tutti e tre all'anagrafe. Parcheggio neanche a parlarne.
Aspettatemi in macchina. Vado e torno.
Entro e spiego al portiere all'entrata che documento mi serve. Mi guarda, piega la testa da una parte e sospira
- La legge è cambiata. Ora è più complicato. Prima di tutto serve la bambina. E il marito. Dov'è suo marito? 
- E' in macchina con la bambina. Li vado a chiamare
- Aspetti. Ce l'ha le fotografie?
- No
- Lo sapevo, non sa niente. Ora le spiego. Deve portare tre foto. Una gliela autentichiamo noi. Deve poi riempire un modulo che le diamo noi e portare il tutto alla Questura. Ma tutti insieme mi raccomando. E poi le foto mi raccomando
- Sì, tre foto
- Ma lo sa come deve farle le foto?
- No
- Lo sapevo. Non deve ridere, si deve vedere la fronte e si devono vedere gli orecchi
- Certo che è complicato
- Signora, ma lei lo sa quanti bambini spariscono???
 Oddio mi ha preso per una sequestratrice di minori per giunta amputatrice d'orecchi!!!
Andiamo a fare le foto tessera alla Pulce. Pensate quanto c'è voluto. Foto tessera a una bambina di 2 anni, nelle quali non deve ridere, si devono vedere la fronte e gli orecchi. Cosa è venuto fuori? Una bambina triste, spettinata e impaurita che aspetta che qualcuno le strappi un pezzo di orecchio.
Torniamo all'anagrafe e usciamo con la nostra foto autenticata. Via verso la Questura. Solita fila internabile di cittadini stranieri. Riusciamo a passare per prendere il nostro numerino. Numeri finiti. Chiedo a una poliziotta.
- Un attimo signora sto pensando
Silenzio cervelli al lavoro.
- Allora signora. Innanzitutto la legge è cambiata (e dai!). Poi l'ufficio chiude alle 12.30
- Sono le 11.00 !
- Ecco allora deve fare la fila. La chiamiamo noi
- Quale fila?
- Quella fuori, signora
- Ma io con tutto il rispetto per i signori fuori dovrei fare un'altra cosa. E poi dovrei tenere una bambina di 2 anni in fila, fuori al freddo??
Riesco ad ottenere di stare dentro. Dopo due secondi tocca a noi. Perché allora dovevo fare la fila? Nessuno mi ha chiesto il nome, come facevano a chiamarmi se mi trovavo fuori a 200 metri di distanza dalla porta?
- Signora le foto non vanno bene. La normativa è cambiata ( e dai!!) ci vogliono 5x5 e mi raccomando...
- Si, lo so la fronte e gli orecchi

Altre foto (sempre orribili). Ricerca del parcheggio e nuova fila in questura.
Non so come, ma alla fine ce l'abbiamo fatta (forse, perché il documento ce lo rilasciano tra una settimana!!!)

Consiglio di lettura Resisto dunque sono : chi sono i campioni della resistenza psicologica e come fanno a convivere felicemente con lo stress di Pietro Trabucchi 


 

8 commenti:

  1. Grazie per il vademecum....ne farò tesoro!
    Ma per Parigi questo ed altro, giusto?
    ti invito a fare un giro dalle mie parti se ti va:

    www.dalbrucoallafarfalla.blogspot.com

    A presto

    RispondiElimina
  2. Occièlo! Che brutti ricordi mi hai riportato alla mente.. se penso che dovrò rifare tutta la trafila per il passaporto dela mia piccola mi sento male..

    RispondiElimina
  3. ma...domanda banale...co sta storia dell'Europa Unita, niente confini e bla bla le cose non dovevano migliorare anzichè peggiorare?? BBAH..
    In ogni caso...Buon Viaggio...!

    RispondiElimina
  4. vabè insomma...da farsi passare la voglia! Ho capito cosa mi aspetta in futuro...
    Mamma di un Nanetto di 10 mesi seguirò assiduamente il tuo blog. Ho voglia di tornare sui miei tacchi e di svestire i panni della mamma disperata in tuta sporca di rigurgiti!Grazie di esistere!!!

    RispondiElimina
  5. Cara Madamadorè per partire (qualunque sia la meta) questo ed altro.
    P.S.: il tuo blog mi è piaciuto e come puoi vedere l'ho inserito nella lista dei miei preferiti

    RispondiElimina
  6. Strawberry Blonde togliti la tuta e mettiti un bel vestito. Indossa un paio di scarpe con i tacchi (non sotto i 10) e vedrei che anche i rigurgiti diventano sopprtabili!!

    RispondiElimina
  7. maaa oh santo cielo... che avventura O__O

    RispondiElimina
  8. @Kisal credimi ne vale comunque la pena

    RispondiElimina