sabato 9 febbraio 2013

Peccato

Se hai bisogno di comprare urgentemente un paio di scarpe tacco 12, la prima cosa che fai è rivolgerti a quello che si reputa essere il miglior negozio di scarpe della tua città. E così ho fatto.
Venerdì dovevo assolutamente comprare un nuovo paio di scarpe per partecipare ad un evento di cui vi racconterò in seguito, ho cantattato il "miglior" negozio di Pistoia e ho chiesto se avevano un paio di scarpe tacco 12 numero 37 (sì, lo so ho il piedino piccino picciò). Naturalmente mi hanno risposto che certo che avevano ciò che desideravo e che mi bastava recarmi in negozio, dove mi avrebbero aspettato e soddisfatto in ogni maniera. Sì, certo...
Arrivo in negozio e trovo un tizio mellifluo che mi fa vedere due modelli, dico due modelli, non toglie nemmeno le scarpe dalla scatole, non mi dà un calzante, me lo devo prendere da sola. Inizio a innervosirmi. La scarpe non vanno bene, chiedo se ci sono altri modelli e mi fa vedere un paio di scarpe che costano 571 euro e su cui può farmi un po' di sconto. A parte che non voglio spendere 571 euro, ma anche se decidessi di spenderli andrei in un posto dove il commesso o chi per lui non solo mi toglie le scarpe dalle scatole,  ma si mette in ginocchio per aiutarmi a  indossarle, mi dice che modello è, dove è stato fatto, tutta la fase di lavorazione e alla fine mi offre anche un bell'aperitivo. Naturlamente non ho comprato niente e mi sa che hanno perso anche una cliente. Sono invece andata in un altro negozio, la commessa è stato così carina che oltre alle scarpe ho comprato anche una borsa e un foulard. Mi sono tanto sentita Julia Roberts in Pretty Woman, quando ritorna dalla commessa stronza e le dice: Grosso sbaglio!!!

Consiglio di lettura Vita bassa e tacchi a spillo di Polly Williams

2 commenti:

  1. Io inciampo perfino con i mocassini: comprarmi le scarpe con i tacchi per me è proibitivo!

    RispondiElimina
  2. E' tutta una questione di allenamento.Provaci!

    RispondiElimina