martedì 16 novembre 2010

Una domenica bestiale

Domenica, tempo londinese, non piove ma la nebbia non accenna ad andarsene.
L'Uomo Perfetto decide di passare tutta la giornata nel nostro campo di ulivi a vangare, drenare, bonificare e chissà cos'altro. La Pulce decide che vuole uscire, si prepara e il tempo di farmi una doccia è di nuovo in casa: vuole stare con al mamma.
Va bene, è giusto stiamo insieme ci divertiremo.
Prepariamo il pranzo domenicale. L'intenzione era quella di prepare un primo, un secondo e il dolce. Dopo due ore in cucina con la Pulce ritengo che un buon primo sia più che sufficiente.
All'ora di pranzo non ha fame, poi ha fame ma vuole stare in collo, è stanca e vuole andare a letto.
Il mio programma dominicale era: leggere, riuscire a scrivere qualcosa e riposarmi. Programma troppo ambizioso come al solito, in più ho deciso di essere una mamma slow e non voglio imporre il mio ritmo alla piccolina. Salto lettura e scrittura e passiamo al punto C: RIPOSO.
Stare a letto con la Pulce è sempre stupendo, abbracciarla, coccolarla, massaggiarla ovunque e poi addormentarsi dolcemente abbracciate.
- Mamma sono tutta bagnata, mammaaaa
Disastro non ho messo il pannolino alla piccolina e il lettone è allagato (Pulce ma non avevi smesso di essere Puzzola?)
La mamma slow inizia ad agitarsi. Devo sfogarmi in qualche modo. Devo ricominciare e fare qualche attività fisica per scaricarmi. Le prime che mi vengono in mente sono boxe, lotta libera, kickboxing, arrampicata su roccia...
- Pronto Arianna, vorrei prenotare una lezione di Pilates appena hai un posticino...
Meglio continuare il programma slow



Consiglio di lettura Nonsolomamma di  Claudia De Lillo

Nessun commento:

Posta un commento