giovedì 5 luglio 2012

Giochi all'aperto

Sono convinta che i giochi all'aperto riescano a stimolare maggiormente la fantasia del bambino rispetto ai giochi indoor, grazie alla scoperta, l'esplorazione, la manipolazione di materiali naturali (legno, erba, acqua, terra, sassi, ecc.) e l'osservazione dell'ambiente. Ambiente che non può essere mai uguale, cambiano le stagioni, le condizioni atmosferiche, gli odori e anche gli animali che popolano il giardino sono sempre diversi. Ma solo il bambino riesce a sviluppare maggiormente la fantasia? Direi di no. Credo infatti che anche gli adulti a stretto contatto con la natura riescano a tirar fuori il meglio, a mettere in campo quelle attitudini e qualità che spesso il lavoro, la vita domestica e la routine ci fanno scordare di possedere.
Succede allora che un nonno con abilità manuali non indifferenti si cimenti a costruire una casetta alle nipotine usando semplicemente uno scatolone e che una nonna con molta molta fantasia riesca a trovare fra le tante cose stipate nel nostro fienile delle mensole usate una volta per una scarpiera e a farne una piccola staccionata. Questo è il risultato:



Abbiamo poi riciclato uno sgabello e lo abbiamo trasformato in tavolino, il tutto poi è stato arricchito con oggetti sempre recuperati in giardino: la sedia, la cesta usata per raccogliere la frutta e così via. Viola si è subito adattata:

Anche la piccolina ha partecipato al gioco: è bastato stendere una coperta e darle qualche giochino della sorella:


Abbiamo giocato tutto il pomeriggio e in un batter d'occhio è arrivata l'ora di prepare la cena e di rimettere tutto a posto:

2 commenti:

  1. NON CREDO AI MIEI OCCHI...
    HO SEMPRE ADORATO QUESTI GIOCHI EDUCATIVI,CON MATERIALE NATURALE..SARO' UNA FUTURA EDUCATRICE,E CREDO CHE DA TE IMPARERO' MOLTO....
    TI SEGUIRO'!!!

    SE VUOI SAPERE QUALCOSA DI ME

    http://ilariaeduchiamoci.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria. Comunque mi sa che sono io a dover imparare qualcosa da te.

      Elimina