martedì 14 dicembre 2010

Lettera a Babbo Natale (capitolo 2)

E' tempo di regali. Mi affanno a cercare il regalo giusto per tutti i miei cari e i miei cari invece non fanno altro che chiedermi cosa ti manca, cosa vorresti? Preciso che odio i regali utili. Che tristezza trovare sotto l'albero un 'asse da stiro!!! L'Uomo Perfetto inoltre continua a dire che non penso mai a me stessa e che dovrei cominciare a saper ricevere più che a saper dare. Ho deciso così di scrivere la mia letterina a Babbo Natale. Cari amici prendete nota:


Caro Babbo Natale,
quest'anno sotto l'albero vorrei trovare tanti bei regali perché alla faccia della modestia me li merito proprio.
Mi piacerebbero delle scarpe nuove possibilmente comprate nel mio negozio preferito (Didì Le Fou), un tablet per potermi connettere sempre e ovunque, una teiera in ceramica (rossa o giallo ocra), un'alzatina per dolcetti, una lampada da tavolo con la struttura fatta di libri (vista al Cervo Bianco) e un anellino Pomellato (uno qualsiasi),  infine un buono acquisti in una libreria qualsiasi.
Comunque per un cucciolo (preferibilmente d'uomo) rinuncerei a tutto (chi vuole intendere intenda).



Consiglio di lettura Le lettere di Babbo Natale di J.R.R. Tolkien

Nessun commento:

Posta un commento